La Torre di Babele

In questa foto, pubblicata oggi su quasi tutti i giornali, ci sono io. Sono quello cerchiato di rosso: ho il braccio alzato perchè tengo il flash. Lo specializzato di ripresa era quasi svenuto per la paura e allora lo abbiamo lasciato fuori del caos e ho aiutato io Franco Ceccarelli (che vedete più a destra, con la telecamera e un caschetto protettivo in testa) dandogli la luce per le riprese. Naturalmente stavamo davanti alla Diaz, quella notte terribile, che ho ricostruito subito dopo le tragiche vicende. C’erano molti miei amici poliziotti con cui avevo condiviso all’estero risate e spaghetti. Alcuni di loro, ricordo, mi hanno baciato prima di entrare con il manganello dentro la scuola. Dunque, non sto contro di loro. Ma quello che è successo in quei giorni a Genova è fra le pagine più nere della storia italiana. Un’operazione sbagliata (l’unico che aveva capito che sarebbe finita…

View original post 369 altre parole