(ANSA) WASHINGTON – Visitare la Casa Bianca su internet, con un tour virtuale a 360 gradi, alla portata di tutti grazie a un semplice click dal proprio computer. Da oggi sara’ possibile grazie a un progetto fortemente voluto da Barack Obama e signora, da sempre impegnati a rendere la loro particolarissima casa-ufficio, unica nel panorama mondiale, la ‘People’s house’, la casa della gente, del popolo americano. Grazie alla collaborazione con Google Art Project, la palazzina liberty al numero 1600 di Pennsylvania Avenue non avra’ piu’ segreti. Negli ultimi tre anni, da quando Obama e’ stato eletto, sono stati circa 2,5 milioni di persone ad essere stati ospitati fisicamente della ‘first Family’.

Ma ora, i saloni della Casa Bianca potranno essere ammirati da ben altri numeri, sul web, in tutto il pianeta. Ovviamente, l’occhio di Google mostrera’ le stanze pubbliche, non quelle private della prima famiglia d’America. Lo scopo non e’ trasformare gli Obamas nei protagonisti di un reality in stile Grande Fratello, quanto avvicinare il grande pubblico alle bellezze del palazzo e alle opere d’arte, dalle sculture ai quadri, che si trovano al suo interno. Non a caso, Google Art Project, e’ un progetto avviato nel febbraio del 2011 e destinato agli appassionati d’arte. Ormai da oltre un anno, i migliori musei al mondo, dal Metropolitan al Van Gogh Museum, dal Moma, ai nostri Uffizi, sono ‘visitabili’ sul web. Con una incredibile serie di immagini ad altissima definizione, e’ possibile infatti ammirare tutti i capolavori esposti in questi luoghi magici, comodamente dal proprio laptop. Ora, dopo i musei, questa idea si estende anche alla Casa Bianca.

La tecnologia usata ricorda molto quella di Google Street View. ”La Casa Bianca – osserva Barack Obama in un video di presentazione dell’iniziativa – non e’ solo la Casa della ‘Prima Famiglia d’America’, o il luogo dove si incontrano i leader del mondo. E’ anche conosciuta come la ‘Casa della Gente’, un posto aperto a tutti. Ecco perche’ sin da quando siamo entrati qui, io e Michelle, abbiamo invitato ragazzi, studenti, famiglie dei militari, americani di tutte le eta’. Tanta gente ha ammirato i ritratti di Washington, Lincoln e Kennedy, ha passeggiato in questi corridoi cosi’ pieni di storia. Ora tutti voi potete fare lo stesso, ma senza muovervi da casa. Andate on-line e godetevi la storia e la bellezza di queste stanze. Perche’, in fondo, questa casa e’ anche tua”.