Debutta oggi a Roma, dopo il successo palermitano, l’esposizione che mette in mostra circa 70 capolavori dei più grandi artisti russi del secolo scorso. Le principali correnti dell’arte russa di inizio ‘900 – il cubofuturismo con la sua singolare sintesi delle tendenze europee dell’epoca, l’originale astrattismo, il costruttivismo con le sue composizioni architettoniche e il suprematismo con la sua purezza geometrica – trovano espressione in un’unica grande esposizione: Avanguardie russe. Nuovo spazio espositivo Ara Pacis.