È stato raggiunto il ‘closing’ dell’operazione di cessione dell’As Roma alla ‘newcò guidata dalla cordata statunitense coordinata da DiBenedetto. Lo afferma una nota di Roma 2000, società titolare della partecipazione di controllo nella società calcistica, nella quale si spiega che sono state superate le «condizioni sospensive» al ‘closing’, smentendo anche le ipotesi di stampa di una perdita aggiuntiva di 17 milioni nel bilancio al 30 giugno scorso. «Roma 2000, società titolare della partecipazione di controllo in As Roma, con riferimento al contratto preliminare di compravendita della stessa partecipazione sottoscritto in data 15 aprile 2011 con la DiBenedetto AS Roma Llc, la quale ha successivamente designato quale acquirente della partecipazione la Neep Roma Holding (la ‘newcò formata con Unicredit, Ndr.) comunica che in data odierna il consiglio di amministrazione della società ha deliberato la concessione alla AS Roma, subordinatamente al perfezionamento della compravendita sopra richiamata, di un finanziamento di 10 milioni di euro (cosiddetto ‘Vendor Loan’) e che successivamente alla delibera il contratto di finanziamento in questione è stato sottoscritto da Roma 2000 e da AS Roma S.p.A.», si legge nella nota. «Inoltre sempre nella giornata di oggi – prosegue il comunicato – è stato sottoscritto tra UniCredit e la AS Roma un contratto di finanziamento di 30 milioni di euro (sempre un ‘Term Loan’): la firma di tali contratti costituiva condizione sospensiva per l’effettuazione del ‘closing’ ai sensi del contratto preliminare di compravendita e conseguentemente Roma 2000, in conformità a quanto previsto dal contratto preliminare di compravendita, ha comunicato alla Neep Roma Holding che il closing avrà luogo in data 29 luglio 2011». «Anche su richiesta della Consob, si precisa inoltre come siano del tutto prive di fondamento le indiscrezioni pubblicate da alcuni organi di stampa in data odierna in merito all’esistenza di una perdita aggiuntiva dell’importo di 17 milioni di euro risultante dal bilancio al 30 giugno 2011 della A.S. Roma: infatti i dati di pre-chiusura della situazione patrimoniale della A.S. Roma alla data del 30 giugno 2011 risultano in linea con le previsioni e con i dati disponibili alla data di sottoscrizione del contratto preliminare di compravendita», conclude la nota.