A seguito dell’ondata di caldo e del picco previsto per i prossimi giorni lo staff zoologico e veterinario del Bioparco adotta degli accorgimenti che consentono agli animali di affrontare il caldo torrido.

ORSI – i tre fratelli orsi quindicenni Sandro, Nino e Luca, hanno a disposizione una grande piscina dove trascorrono molto tempo a nuotare e dove lo staff zoologico fa trovare loro frutta (soprattutto meloni e cocomeri) e pesce, preventivamente congelati dentro grandi secchi.

SCIMPANZE’ E LEMURI – per questi primati lo staff zoologico distribuisce canne di bambù ripiene di yogurt e frutta congelati. Oltre a dare refrigerio, questi ‘strumenti’ sono una forma di arricchimento ambientale e consentono agli animali di aguzzare l’ingegno per trovare il cibo.

MACACHI – anche i Macachi del Giappone possono contare su una piccola piscina dove si bagnano e fanno tuffi spettacolari dai trampolini improvvisati sugli alti tronchi; nelle giornate più calde ricevono ghiaccioloni a base di frutta fresca (come susine, banane e meloni).

ELEFANTI – le due elefantesse asiatiche, Nelly e Sofia possono scegliere tra un bagno nell’ampia vasca e le docce rinfrescanti organizzate dai guardiani. Una caratteristica degli elefanti è che non sudano.

CARNIVORI – tigri, leoni asiatici e licaoni hanno a disposizione nei recinti delle fontane dove possono bere e trovare refrigerio; per i carnivori i dietologi del Bioparco prescrivono una dieta prevalentemente a base di carne bianca e porzioni più ridotte rispetto all’inverno.

“Alcune curiosità: nell’arco di una giornata vengono consumati circa 50 balle tra fieno ed erba medica, 500 kg tra verdura e ortaggi e ben oltre 300 kg di frutta di stagione, in prevalenza cocomeri e meloni, racconta il presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Paolo Giuntarelli”.

L’Ufficio Stampa della Fondazione Bioparco di Roma.

(CREDIT FOTO: M. Di Giovanni – Archivio Bioparco)