Il referendum sul nucleare del 12 e 13 giugno prossimo si farà. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione. È stata così accolta l’istanza presentata dal Pd che chiedeva di trasferire il quesito sulle nuove norme appena approvate nel dl omnibus, con cui il governo ha stabilito un momentaneo stop al programma atomico proprio per evitare il referendum. In sostanza quindi la richiesta di abrogazione rimane la stessa, ma invece di applicarsi alla precedente legge si applicherà appunto alle nuove norme sulla produzione sulla produzione di energia nucleare. Ora mi raccomando di evitare inutili assenteismi. E’ necessario raggiungere il quorum per tutti i referendum.