Servizio de Il Fatto Quotidiano. “Silvio forever non è un film politico”. Così Gian Antonio Stella gela il pubblico in sala eel cinema Quattro Fontane a Roma. Gli autori del documentario (i registi Roberto Faenza e Filippo Macelloni, gli sceneggiatori Stella e Rizzo)  sgombrano il campo da ogni dubbio, a costo di “scontentare il pubblico militante”.”Berlusconi è un personaggio formidabile, da commedia dell’arte”, ha dichiarato Sergio Rizzo. L’obiettivo del film? “Capire come e perchè Berlusconi ha saputo toccare certe corde intime del Paese”. Servizio di David Perluigi, montaggio Paolo Dimalio.